giovedì, Dicembre 8, 2022
HomeambienteUcraina: La Russia colpisce la più grande centrale nucleare d’Europa. L' Europa rischia...

Ucraina: La Russia colpisce la più grande centrale nucleare d’Europa. L’ Europa rischia di essere contaminata


La Russia attacca la più grande centrale nucleare d’Europa. Incendio nella centrale nucleare





Nelle prime ore di venerdì mattina, l’attenzione si è concentrata sulla centrale nucleare di Zaporiyia, la più grande d’Europa, dove un incendio ha fatto scattare l’allarme.





Il ministro degli Esteri ucraino Dimitro Kuleba ha denunciato che le forze russe stavano “sparando da tutti i lati” sulla struttura.





“I russi devono fermare l’attacco IMMEDIATAMENTE, permettere ai vigili del fuoco di passare, stabilire una zona sicura!” ha scritto il ministro su Twitter.





Il presidente americano Joe Biden ha parlato con la sua controparte ucraina per discutere dell’incidente.





Zelensky ha chiesto aiuto urgente e ha avvertito di un possibile disastro nucleare.





“Europei, per favore, svegliatevi!”, ha esclamato da Kiev.





Dopo la preoccupazione iniziale, le autorità della centrale nucleare hanno detto che “la sicurezza nucleare al momento è garantita”. l’ucraina ha ben 15 centrali nucleari, che sono sotto attacco da parte dei Russi. Se continuano ad essere Danneggiate, rischiamo una contaminazione senza precedenti in tutta Europa!





Intorno alle 6:20 ora locale, i servizi di emergenza ucraini hanno confermato di essere riusciti a spegnere l’incendio, che ha colpito solo un edificio di formazione e un laboratorio.





L’Agenzia internazionale dell’energia atomica ha notato che le attrezzature essenziali della centrale nucleare sono operative e che le radiazioni rimangono a livelli normali.





centrale nucleare




Laura Rockwood, il direttore dell’Open Nuclear Network, ha detto in precedenza alla BBC Radio 4 che la guerra potrebbe avere un impatto sulla rete elettrica dell’Ucraina, che si basa sull’energia nucleare.





Ha detto che l’attività militare vicino a un impianto pone due pericoli diretti agli impianti nucleari: possibili danni alle infrastrutture e al personale, o un danno molto più grave che colpisce la capacità operativa di un impianto che potrebbe causare una fusione.





Vittime da entrambe le parti





Le città di Kharkiv, Chernihiv e Mariupol rimangono sotto il controllo ucraino, secondo il ministero della difesa ucraino, nonostante gli intensi assedi degli ultimi giorni.





A Chernihiv, almeno 33 persone sono state uccise e 18 ferite giovedì durante i bombardamenti, secondo il servizio di emergenza ucraino.





Il ministero della difesa russo ha ammesso la morte di 498 dei suoi soldati a partire da mercoledì. Nel frattempo, la presidenza ucraina ha riportato 9.000 vittime da parte russa, senza specificare quanti sono stati i feriti e quanti gli uccisi.





Le forze russe stanno mantenendo la pressione sulle città chiave dell’Ucraina orientale e meridionale come parte dell’invasione lanciata da Vladimir Putin il 24 febbraio.





I negoziatori russi e ucraini hanno concordato giovedì di organizzare corridoi umanitari per evacuare i civili.





Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha anche chiesto un incontro faccia a faccia con la sua controparte russa perché dice che è l’unico modo per porre fine alla guerra.





Putin insiste che l’invasione sta procedendo “secondo i piani”.
Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, tuttavia, dice che l’esercito russo non ha fatto progressi significativi negli ultimi giorni, e che i soldati ucraini hanno rallentato l’avanzata del convoglio di 60 chilometri di truppe e attrezzature russe diretto verso la capitale, Kiev.






Leggi anche

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ultime news

Recent Comments